La tecnica del jet grouting o delle colonne consolidate consiste nell’iniezione nel terreno di boiacca di cemento ad alta pressione (fino a 600 bar) previa perforazione verticale con metodologie e attrezzature simili a quelle utilizzate nella realizzazione di micropali o ancoraggi.
Si ottengono colonne con diametro variabile da 40 a 100 cm (monofluido). In combinazione con aria compressa, che favorisce la penetrazione della miscela negli interstizi del terreno (bifluido), si possono raggiungere dimensioni fino a 2 m.
Le applicazioni sono molteplici e coprono un ventaglio che va dai tappi di fondo per vasche o parcheggi sotterranei in falda, alle paratie per impermeabilizzazione di argini fluviali, al consolidamento di terreni sciolti per migliorarne la portanza.