Piero Petrucco ha rilasciato un’intervista anche alla Vita Cattolica relativa al nuovo approccio adottato e che intende proseguire nei prossimi mesi per affrontare la gravità della situazione. “Lo smart working si è dimostrato una rivelazione, consentendo all’azienda di sostenere i cantieri all’estero che non si sono fermati”. Nei prossimi mesi si manterrà la medesima modalità e sono inoltre previsti straordinari e ferie alternate per evitare licenziamenti e recuperare il tempo perso, adottando reciprocamente da parte dell’impresa e dei lavoratori, atteggiamenti collaborativi e flessibili che si stanno dimostrando un’arma vincente nella situazione di emergenza che stiamo attraversando e in cui dovremo vivere ancora per diversi mesi