L’operazione da 20 milioni di euro permetterà a PLT di essere attiva nel comprensorio di Servola, creando le condizioni per costruire il terminal ferroviario a servizio del futuro Molo VIII, trasformando l’area della Ferriera in una zona a servizio delle attività portuali. L’acciaieria Arvedi avrà invece l’onere di smantellare gli impianti. L’intesa è stata raggiunta grazie alla mediazione del Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli e del Presidente dell’Autorità Portuale D’Agostino. La lettera d’intenti, già sottoscritta, vedrà la sua formalizzazione entro la metà del mese di marzo.