La stabilizzazione di massa con il SISTEMA ALLU si basa sul principio della miscelazione di una miscela di agenti leganti allo stato polverulento con la matrice da stabilizzare al fine di migliorare in modo sensibile il comportamento meccanico e di ridurre la mobilità degli eventuali inquinanti presenti.
Dal punto di vista ambientale, la tecnologia può essere inquadrata nell’ambito dei processi di inertizzazione.

La stabilizzazione di massa è la tecnologia maggiormente impiegata per il recupero dei fanghi di dragaggio e costituisce il sistema più semplice nell’ambito del loro reimpiego nella realizzazione di infrastrutture portuali, quali vasche di colmata.
In particolare, con il nuovo riferimento normativo che disciplina gli interventi di dragaggio e la successiva gestione dei sedimenti, il D.M. 7 novembre 2008, viene esaltato il concetto di sedimento come “risorsa” e non più come “rifiuto”, permettendo l’utilizzo ottimale della tecnologia ALLU nelle applicazioni di risanamento ambientale dei fondali marini e di contestuale sviluppo della portualità.