La tecnica dei diaframmi realizzata con asportazione del terreno mediante benne tradizionali presenta notevoli limiti.
I.CO.P. dispone di attrezzature che consentono l’asporto del terreno sotto forma di fango, previa disgregazione con frese rotanti e miscelazione dello stesso col fluido bentonitico e il suo convogliamento in impianti di separazione atti a separare la parte solida e a reimmettere il fluido sul fronte scavo per continuare l’avanzamento.

Il grande peso e le elevate dimensioni della fresa, da 35 a 50 ton e oltre 15 m di lunghezza, abbinate a un sistema di controllo della verticalità consentono di realizzare pannelli con minimi errori di verticalità anche a grandi profondità (oltre 50 mt) e si prestano a tutti quegli interventi in cui la precisione gioca un ruolo fondamentale per la buona riuscita del lavoro.
È possibile utilizzare questa tecnica in ogni tipo di terreno, anche con elevati parametri di resistenza.