5° Edizione dei Mediterranean Dialogues – Roma 2019

Lo scorso 5 dicembre in occasione dei MED Dialogues presso l’Hotel Parco dei Principi di Roma, si è parlato di infrastrutture come strumento per l’integrazione economica nel Mediterraneo. In un ambiente in rapido cambiamento in cui le dinamiche commerciali globali stanno plasmando nuove relazioni tra gli Stati, l'area mediterranea sta riacquistando un ruolo centrale. Un piano globale per la costruzione di nuove infrastrutture è fondamentale per liberare il potenziale di crescita della regione, ma richiede una maggiore cooperazione tra attori pubblici e privati ​​e il coinvolgimento delle banche multilaterali di sviluppo e investimento. La sfida per la regione è rendere gli investimenti nelle infrastrutture un fattore che favorisce una crescita economica più sostenuta e sostenibile, prestando maggiore attenzione al loro impatto sociale e ambientale.

  • Quali sono le principali lacune negli investimenti nelle infrastrutture nel Mediterraneo?
  • In che modo gli investimenti nelle infrastrutture possono favorire la crescita sostenibile?
  • In che modo la sostenibilità può diventare il nuovo motore della cooperazione nel Mediterraneo?
Piero Petrucco, Vice Presidente e Amministratore Delegato della I.CO.P. S.p.A. nonché Vice Presidente dell’ANCE, ha partecipato all’evento promosso dall’ISPI e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Piero Petrucco è vice presidente della Federazione Europea dell’Industria delle Costruzioni (FIEC)

Piero Petrucco, vice presidente e amministratore delegato della I.CO.P. S.p.A. di Basiliano, è stato designato vice presidente della Federazione europea dell’industria delle costruzioni (FIEC). Tale organismo, creato nel 1905, rappresenta imprese edili di tutte le dimensioni attraverso le sue 31 Federazioni nazionali di 27 Paesi. A Piero Petrucco sono conferite due deleghe di grande rilievo nell’era del Green New Deal: alla competitività e sostenibilità. È la prima volta che un imprenditore friulano raggiunge una simile posizione negli organismi associativi di categoria.

PRE-VISIONI BOVIAR AWARDS 2019

Lo studio udinese d’ingegneria Alpeprogetti ha partecipato al "Pre-visioni Boviar Awards", un concorso di idee per dare visibilità e sostegno alle nuove visioni nella progettazione della sicurezza del Paese, nel settore del monitoraggio e la diagnostica. La partecipazione è consistita in due progetti che coinvolgono I.CO.P. S.p.A.: “Geopolimeri a media ed alta resistenza: il futuro sicuro e durevole delle costruzioni” e “Determinazione continua della resistenza del calcestruzzo mediante sensori annegati nel getto: prime esperienze applicative”.

Corso per l’utilizzo dei defibrillatori automatici esterni

Lo scorso venerdì 25 ottobre, presso la sede di Basiliano, si è tenuto il corso per l’utilizzo dei DAE (defibrillatori automatici esterni).  Questi dispositivi per la cardio protezione sono oggi uno strumento fondamentale per le pratiche salvavita virtuose nei luoghi di lavoro.

I.CO.P. tra le 50 MAGGIORI IMPRESE DI COSTRUZIONI

Il Gruppo I.CO.P. si colloca al 24° posto tra I gruppi edili Italiani, risultato record nella storia dell’azienda. La crescita dimensionale non è mai stata un obiettivo primario per il Gruppo e per I.CO.P. S.p.A., ma è innegabile che tale risultato, frutto dell’espansione geografica e della diversificazione settoriale, costituisca motivo di soddisfazione e testimonianza della correttezza delle scelte strategiche assunte e del percorso positivamente intrapreso in questi ultimi anni. Basti pensare che all’inizio del presente decennio I.CO.P. non compariva neppure nella classifica delle prime 50 società edili italiane tradizionalmente pubblicato da Il Sole24Ore. Tale traguardo è ancora più significativo considerando la forte specializzazione delle attività del Gruppo focalizzate nell’ingegneria del sottosuolo, nell’utilizzo delle trenchless technologies e nei lavori di edilizia marittima, tra i quali spiccano gli importanti progetti di ampliamento del porto di Trieste.

Inaugurato il maxi Ponte Principessa Mary in Danimarca

In Danimarca è stato aperto al traffico lo scorso 30 settembre il ponte “made in Friuli” che attraversa il fiordo Roskilde, inaugurato il 28 settembre dalla principessa Mary di Danimarca. L’opera è stata completata 3 mesi prima del previsto ed è stata realizzata nell’ambito dei lavori del progetto Frederikssund Link, di cui I.CO.P. ha eseguito i pali di fondazione, a terra e a mare. La nuova opera sostituisce il vecchio ponte costruito nel 1935 e contribuirà a decongestionare il traffico che si riversava sull’unico ponte che collegava il fiordo. Ecco un video dell’inaugurazione del ponte.

Visita dell’Associazione degli Ingegneri della Provincia di Udine presso i cantieri I.CO.P. a Parigi

Il giorno 11 ottobre 2019 si è tenuta la visita dell’Associazione degli Ingegneri della Provincia di Udine presso alcuni cantieri I.CO.P. a Parigi, parti del progetto Grand Paris. In modo particolare a Champigny sur Marne presso il sito relativo alla Linea 15 sud lotto T2B e a Saint-Ouen presso il cantiere della Linea 14 Lotto T03 – Stazione di Clichy-Saint-Ouen. La giornata è trascorsa in modo piacevole e costruttivo. L’Associazione ha dimostrato grande interesse e partecipazione e il Presidente Ing. Giancarlo Saro ha sentitamente ringraziato la I.CO.P. per la grande opportunità concessa agli associati, sottolineandone l’alta professionalità, la totale disponibilità e la cordialità che hanno accompagnato la visita; dimostrandosi molto soddisfatto per la capacità e la serietà imprenditoriale che un’azienda friulana come la I.CO.P. rappresenta nel mondo.

“La nuova finanza per competere”: si è tenuto il convegno a Udine a Palazzo Torriani

L’obiettivo del convegno dal titolo “La nuova finanza per competere” promosso da Fondazione Nord Est, in collaborazione con Confindustria Udine e Azimut è stato presentare alle imprese forme alternative di accesso al credito.  Si è tenuto giovedì 10 ottobre a Udine a Palazzo Torriani e il Direttore Amministrativo di I.CO.P. S.P.A. Paolo Copetti è intervenuto come relatore alla tavola rotonda. Per visionare il relativo video cliccate su questo link: Prestiti bancari in FVG, in sofferenza le piccole imprese

I.CO.P. tra le eccellenze italiane premiate dall’Osservatorio PMI 2019

L’edizione 2019 dell’Osservatorio PMI di Global Strategy ha presentato un report che si basa sull’analisi di un database contenente informazioni anagrafiche e bilanci degli ultimi cinque anni di oltre 60mila aziende di capitali con un fatturato superiore ai 5 milioni di euro. L’eccellenza imprenditoriale italiana è rappresentata da 722 aziende attive da Nord a Sud: un plafond di imprese in grado di generare valore, favorire nuova occupazione, investire in innovazione e diventare competitive anche nei mercati esteri. Dall’esame delle 10mila imprese di media capitalizzazione (fatturato tra 20 e 250 milioni di euro nel manifatturiero, 20 e 500 milioni nel commercio), l’Osservatorio ha individuato 73 realtà con performance eccellenti per crescita dei ricavi, redditività e solidità patrimoniale. I.CO.P. figura tra queste: il premio come “Azienda eccellente” è stato ritirato dal Direttore Amministrativo Paolo Copetti a Milano lo scorso 25 settembre in occasione dell’XI edizione dell’Osservatorio PMI sul tema «Sostenibilità e creazione di valore. Un binomio da ricercare».

CEO’s Call to Action: Piero Petrucco di I.CO.P. tra i primi 54 firmatari italiani

Il 2 ottobre scorso, durante il Salone della CSR (Corporate Social Responsibility) all'Università Bocconi a Milano Fondazione Sodalitas ha presentato gli sviluppi più recenti della "CEOs Call to Action": l'appello europeo promosso da CSR Europe, di concerto con la Commissione Europea e rivolto ai vertici delle imprese impegnate a integrare la sostenibilità nel business. Fondazione Sodalitas promuove la “CEOs Call to Action” in Italia come partner nazionale di CSR Europe. Sono oltre 250 i CEO di aziende europee che hanno aderito all'iniziativa. L'Italia è il Paese europeo che ha dato finora il contributo più significativo e Piero Petrucco di I.CO.P. S.P.A. è tra i 54 leader di imprese del mercato italiano che hanno sottoscritto per primi la "CEOs Call to Action". Il 5 dicembre 2019 l’iniziativa verrà presentata ufficialmente ai vertici delle istituzioni europee: la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, il Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel e il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. Nel giugno 2020 Bruxelles ospiterà l'SDG Summit, dedicato a fare il punto sul contributo delle aziende europee all'attuazione dell'Agenda 2030.